3.4

Welfare

Cambiare le abitudini per migliorare la qualità della vita personale dei lavoratori.

Il Welfare aziendale è generalmente inteso come l’insieme di benefit e servizi forniti dall’Azienda ai propri dipendenti, finalizzato a migliorare la qualità della loro vita personale e familiare, privilegiando quelli con finalità di educazione, istruzione, ricreazione e assistenza sociale e sanitaria o culto.

Il 2020 è stato indubbiamente caratterizzato dalla pandemia da Covid-19, tuttora in corso, che tra le altre cose ha stravolto le consolidate abitudini di lavoro, introducendo in modo massiccio l’utilizzo dello smart working.

FOCUS

Welfare e fondi pensione

Nel 2020 CPL ha allocato 843.961,24 € per lo sviluppo del Piano Welfare. Inoltre al 31 dicembre 2020, 369 dipendenti di CPL CONCORDIA sono iscritti al fondo PREVIDENZA COOPERATIVA, 12 al fondo DIRCOOP e 105 ad altri fondi di gestione.

Smart working e politiche di conciliazione fra impegni familiari e impegni lavorativi

CPL ha posto sempre particolare attenzione e impegno alle politiche di pari opportunità e conciliazione di tempi di vita e lavoro, come si evince dal Codice Etico aziendale. Oltre al part time e all’orario flessibile, già introdotti da anni, nel 2019 era iniziato un confronto con le organizzazioni sindacali per avviare una prima sperimentazione sullo smart working: la pandemia scoppiata ad inizio 2020 ha stravolto ed accelerato i piani.

Il Progetto Welfare

Dal 2018 la Cooperativa utilizza una piattaforma online per garantire ai propri Soci e dipendenti le somme erogate a titolo di welfare previste nelle diverse tipologie:

  • WELFARE CCNL per addetti alle aziende cooperative metalmeccaniche, applicato alla maggioranza del nostro personale in forza;
  • WELFARE AZIENDALE concordato con le OO.SS. e legato ai risultati economici della Cooperativa;
  • WELFARE SOCI riservato ai Soci della Cooperativa;
  • WELFARE ANZIANITA’ LAVORATIVA, riservato ai dipendenti che hanno maturato un’anzianità di Servizio di 20 o 30 anni;

Il sistema di welfare così strutturato, utilizzabile mediante piattaforma online, ha offerto servizi pensati per i lavoratori, studiati per aumentarne il benessere economico e sociale, inerenti educazione, istruzione, assistenza sociale, previdenza, ricreazione.

Nella Tabella che segue si evidenziano gli importi totali messi a disposizione dei dipendenti in piattaforma per i diversi piani:

Fondi pensione

I fondi negoziali di CPL sono il Fondo Pensionistico integrativo PREVIDENZA COOPERATIVA per i lavoratori legati ai contratti nazionali del settore cooperativo, ed il Fondo Pensione DIRCOOP per i dirigenti. Tali fondi operano senza fini di lucro e hanno lo scopo unico di garantire agli associati, secondo le norme dei relativi statuti, prestazioni complementari al sistema previdenziale obbligatorio pubblico.

Smart working e politiche di conciliazione fra impegni familiari e impegni lavorativi

A partire dalla fine del mese di febbraio, 519 dipendenti sono stati interessati in modo importante dall’utilizzo dello smart working, per un totale di 52.656 giornate lavorative, in media 101 giornate a persona.
Naturalmente ad essere maggiormente interessati sono stati gli impiegati, 445 su un totale di 519 unità, pari ad oltre l’85%, mentre osservando la divisione per genere emerge quanto sia stato importante soprattutto per le donne questa modalità: su 230 dipendenti donne, 207 hanno usufruito di questa opportunità, esattamente il 90%.

Per quanto riguarda le modalità già avviate di flessibilità e conciliazione vita-lavoro, nel 2020 sono aumentati i lavoratori che hanno usufruito del part time, passati dai 50 del 2019 ai 67 del 2020, con un particolare aumento tra gli uomini, passati da 14 a 30, mentre l’esigenza è rimasta costante per le risorse femminili.
È stata inoltre confermata la flessibilità di orario, da intendersi quale possibilità di anticipare o posticipare l’entrata e l’uscita entro fasce orarie predeterminate garantendo comunque le 8 ore di lavoro giornaliere.