2.3

Politiche e Strategie di medio-lungo periodo

La Cooperativa cresce oltre le aspettative, grazie ad una strategia e un piano industriale che integrano partecipazione, competenze, innovazione e sostenibilità.

Il nuovo piano industriale

La fase di rilancio, avviata nel 2017 con la sottoscrizione di un Accordo di Risanamento ex art. 67 della L.F. finalizzato alla ristrutturazione del debito e basato sul Piano Industriale elaborato nel 2016, ha portato la Cooperativa ad una crescita del valore della produzione di oltre 100 mln € in 3 anni, ben oltre le aspettative del Piano stesso.
Nel corso del 2019 è pertanto emersa la necessità di dotare la Cooperativa di un nuovo Piano Industriale, più aderente alle nuove sfide e all’evoluzione sempre più competitiva dei mercati nei quali opera.

FOCUS

Il nuovo Piano Industriale, approvato a fine 2019, definisce le linee guida strategiche fondamentali per la crescita dei business nei prossimi 5 anni:

  • sostenere lo sviluppo dei business core, nei quali CPL CONCORDIA può sviluppare una scala significativa, anche attraverso partnership con altri soggetti (es. Utilities);
  • ridurre la presenza sui segmenti a bassa redditività;
  • sviluppare la presenza in segmenti innovativi e/o adiacenti ai business tradizionali;
  • promuovere l’efficienza attraverso la riorganizzazione e il miglioramento della gestione operativa;
  • accelerare l’uscita dall’art. 67 per sostenere finanziariamente lo sviluppo.

A seguito dello scoppio della pandemia da Covid-19 avvenuto nei primi mesi del 2020, il nuovo Piano Industriale è in fase di ulteriore revisione e verrà ripresentato entro il 2020.

Opportunità di Business

Sul fronte delle opportunità offerte dai nuovi trend di mercato CPL ripone grande interesse negli ambiti:

Settore Idrico Integrato, per il quale si prevede una crescita rilevante per il grande interesse che riveste il tema delle perdite d’acqua sulle reti nazionali. Ci si attende un incremento dei bandi per i quali saranno richiesti requisiti di partecipazione molto elevati e una componente tecnologica/innovativa importante: CPL CONCORDIA, forte delle expertise, si proporrà sia per le attività più tradizionali di progettazione, costruzione e manutenzione reti sia per i servizi a maggiore contenuto tecnologico quali audit energetico, telecontrollo, control room, consulenza normativa e billing.

Fondi SGR: malgrado alla data di stesura di questo documento gli effetti della pandemia siano oggetto di analisi e studi di impatto, il 2019 è stato caratterizzato dalla analisi su mercati delle grandi costruzioni e ristrutturazioni oggetto della gestione dei fondi immobiliari che hanno rilevato i pacchetti patrimoniali in crisi (cd NPL). Vi è stato un progressivo approccio verso tali fondi con la partecipazione a gare per la ristrutturazione di cinema, grandi uffici e centri commerciali. La previsione è che il mercato possa crescere senza che l’offerta sia capace di soddisfare appieno la domanda, rendendo disponibili nuove opportunità su cui CPL CONCORDIA ha già avviato azioni di presidio e monitoraggio.

Block Chain è una tecnologia che permette la creazione e gestione di un grande database distribuito per la gestione di transazioni condivisibili tra più nodi di una rete. Dopo aver iniziato nel 2018 una collaborazione con myEFM Consip, volta a costruire un sistema affidabile e immutabile che renda non opinabili le performance dell’impianto, nel 2019 è stato avviato un progetto pilota.

GNL per l’industria: il GNL rappresenta un nuovo vettore energetico disponibile per rispondere alle esigenze energetiche delle utenze non raggiunte dalla rete di distribuzione del gas naturale. I settori dei trasporti e dell’industria risultano essere quelli di maggiore attrattiva, come evidenziano anche i dati della Strategia Energetica Nazionale. Negli ultimi mesi 2018 CPL CONCORDIA ha intrapreso un dialogo con Tholos Php, controllata da Elettra Investimenti S.p.A., (PMI Innovativa quotata sul mercato AIM Italia), che ha portato alla stipula di un accordo di collaborazione nel febbraio 2019.

Sostenibilità

Nell’ambito della strategia, la sostenibilità rappresenta un obiettivo primario della Cooperativa al fine di migliorare la propria prestazione, minimizzando il rischio e l’impatto ambientale/energetico delle attività svolte e dei prodotti/servizi erogati. Fin dal 2006 gli sforzi intrapresi hanno permesso di conseguire importanti risultati nell’abbattimento delle emissioni climalteranti e nella produzione di energia da fonti rinnovabili. Le strutture aziendali ad ogni livello sono portate a conoscenza degli obiettivi individuati e sono coinvolte direttamente nell’attuazione degli impegni. A tal fine CPL intraprende azioni mirate alla promozione e alla diffusione della cultura della sostenibilità.

Innovazione e digitalizzazione

Con l’obiettivo di sviluppare la cultura aziendale basata sull’innovazione per rispondere al meglio alle esigenze dei mercati e della società, la cooperativa ha avviato negli scorsi anni un progetto di sviluppo digitale denominato “CPL 4.0”. Tale progetto rappresenta il perno delle strategie di posizionamento di medio e lungo periodo.

Il progetto CPL 4.0, ha come obiettivo principale l’efficientamento dei processi attraverso l’adozione di strumenti informatici evoluti e l’utilizzo di tecnologie adeguate. In mercati sempre più complessi e mutevoli, tale svolta si è resa necessaria nell’ottica di un cambio di mentalità del “come si fanno le cose”, di una maggiore competenza e formazione in ambito normativo/ legislativo, di standardizzazione delle metodologie che migliorano l’efficienza e riducono i costi, di anticipazione degli indirizzi futuri sui quali sviluppare i prodotti e servizi offerti.
CPL CONCORDIA ha creato una struttura ad hoc per la digitalizzazione, con l’istituzione del Demand Manager e di un ufficio A.M.O. (Agile Management Office) all’interno del servizio IT con il compito di facilitare questo cambiamento fornendo gli strumenti, le piattaforme e i sistemi necessari agli operatori.

FOCUS

Per ognuno dei progetti identificati è stato individuato un team di lavoro intersettoriale il cui scopo è collaborare e integrare le conoscenze per ottenere il miglior risultato per l’azienda. In ogni team è stato nominato un “Team Leader” e un “Project Leader” con il compito di dettare le linee guida del progetto, monitorarne i tempi di esecuzione e la coerenza dei costi.
Tale trasformazione ha interessato tutti i settori: quelli in ambito informatico, l’impiantistica per il gas naturale e liquido, l’assistenza, la manutenzione e i servizi, dove assumono particolare rilevanza l’aspetto organizzativo e un nuovo assetto dei processi lavorativi.

Progetto di digitalizzazione CPL 4.0
Progetti 2020 - 2021